Come eliminare gli inestetismi del naso: la rinoplastica

Di che si tratta

La rinoplastica è l’intervento che consente di modificare la forma del naso. Ci sono tanti inestetismi che colpiscono il naso, alcuni congeniti, cioè presenti fin dalla nascita, mentre altri traumatici, cioè che derivano da un urto. Il naso è un parte fondamentale perché sempre in vista al centro del viso. Chi no è sicuro del proprio naso e lo vede brutto, può avere una minore fiducia in sé stesso. Il naso può essere ricurvo verso la bocca o anche avere una gobba sul dorso o c’è chi ha le narici molto larghe. L’intervento al naso non si fa solo per motivi estetici ma anche funzionali cioè per raddrizzare il setto nasale storto che fa respirare male.

Come si svolge l’operazione

L’operazione di rinoplastica si svolge in anestesia locale. La durata dell’intervento può variare della due alla quattro ore quando si deve raddrizzare anche tutto il setto. Il chirurgo plastico Roma può opta per una tecnica esterna oppure interna. Con la tecnica esterna, il chirurgo plastico Roma incide la pelle per esporre l’osso e le cartilagini del naso. Se si preferisce la tecnica interna, invece, l’operazione si svolge dall’interno delle narici. Quest’ultima è una tecnica meno invasiva poiché e cicatrici sono all’interno del naso e restano invisibili.

Il decorso post operatorio

Dopo aver subito l’operazione di rinoplastica, il chirurgo plastico Roma prescrive riposo assoluto. È vietato fare sforzi perché i punti di sutura potrebbero saltare. È normale che nelle 24 ore successive l’internet si presenti un po’ di gonfiore e un esteso ematoma, ma tutto si riassorbe nel giro di un paio di giorni al massimo. Il dolore e il gonfiore sono naturalmente minori se il chirurgo plastico Roma opta per la tecnica interna. Lo stesso vale per i tempi di recupero che sono ridotti rispetto a quando si opera con la tecnica esterna. Chi è stato operato con la tecnica interna avrà delle croste nel naso che vanno tolte con l’aiuto di acqua calda. Si deve sempre dormire con la testa rivolta verso l’alto, aiutandosi anche con un cuscino in più.