Come si posano i pavimenti: alcuni delle modalità più belle

Ci sono tanti stili di posa tra cui trovare quello che ti piace di più. Leggi subito al seguente breve guida che ti aiuta a farti un’idea di quale sia il modo di posa che fa al caso tuo, tenendo sempre conto dello stile finale che vuoi dare alla tua casa.

La posa a correre per evidenziare la bellezza

Per la posa di rivestimenti e pavimenti a Milano si può utilizzare il famoso cassero irregolare, detto anche a correre. Si posa il primo listello intero per iniziare la fila e si procede lungo tutta la parete fino ad arrivare in fondo. È molto probabile che l’ultimo listello della fiala vada tagliato perché non ci sta tutto. Lo scarto del listello, si posa come primo della seconda file e così via fino a concludere. È una posa che aiuta a mettere in risalto la bellezza delle venature e aiuta ad avere zero scarto perciò no corre prendere tanto pavimento in più rispetto alla superfice. I tagli da effettuare sono minimi perciò i lavori sono piuttosto veloci.

Il cassero regolare per un disegno preciso

Il cassero regolare è una variazione della posa a correre. Il primo listello di ogni fila sarà intero e poi a metà. In tale maniera, si realizza un disegno molto preciso, regolare, da qui il suo nome. c’è un po’ più di scarto e i tagli da eseguire sono di più.

L’obliquo

Invece di procedere lungo la parete per posare i rivestimenti e pavimenti Milano si posa in modo obliquo a 45° dall’angolo della stanza. Si può procedere con il cassero regalare o irregolare, come si preferisce. Il primo listello e l’ultimo saranno sempre da tagliare per avere l’angolo giusto.

Altri disegni più ricchi e particolari

Le tre modalità viste prima sono quelle più semplici, ma ci sono anche dei disegni molto più particolari che danno un tocco elegante e retrò all’ambiente. I rivestimenti e pavimenti a Milano sono possono esser posati a spina di pesce oppure a spina ungherese. Il bindello è un’aggiunta sempre possibile.